Messaggio di Anne Givaudan del 7 settembre 2022

Ad Anne farebbe piacere augurarci un bell’autunno ed un bell’inverno, ma le riesce difficile perché sa, in quanto le è stato detto da varie fonti, che rischiano di essere complicati.

Ci raccomanda di rimanere vigili, perché continuiamo ad essere manipolati. Ad esempio ci parlano di riscaldamento globale: non c’è! Però ci sono degli eventi climatici importanti che stiamo vedendo, ossia siccità, bombe d’acqua ecc., ma queste non sono causate dal riscaldamento globale, bensì da qualcosa di cui vengono date poche notizie, ossia dal pianeta Nibiru. Esso è un pianeta enorme, 9 volte più grande della Terra, che, seguendo la sua orbita ellittica estremamente allungata, ora si sta avvicinando a noi e questo fa sì che si crei un magnetismo che dà luogo a degli sconvolgimenti, come gli tsunami per esempio.

In un’altra epoca c’è stato l’avvicinamento del pianeta Venere alla Terra e quando i due pianeti si sono trovati vicini, quello che è accaduto è che i mari di Venere si sono riversati sulla Terra e questo è quello che ha originato poi il petrolio. Ci sono cose importanti che succedono quando due pianeti si avvicinano, quindi il riscaldamento non è opera dell’uomo.

Non bisogna farsi ingannare nemmeno da ciò che ci viene detto a proposito degli incendi, neanche questi infatti dipendono dal riscaldamento globale. Naturalmente è ovvio che se si butta un cerino acceso in un periodo di siccità gli incendi scoppiano, però stranamente accadono in punti ‘strategici’. Ad esempio nell’area di Landes in Francia, una zona boschiva, c’era un progetto per la realizzazione del più grande impianto di pannelli solari d’Europa, bloccato dagli ambientalisti. Ora però che un incendio ha portato via  gli alberi (6.500 ettari di bosco n.d.r.) l’impianto si può fare.

Gli incendi hanno a che vedere anche con l’argomento del cibo, di cui si sta organizzando la penuria. Dal gennaio di quest’anno negli Stati Uniti ci sono state almeno un centinaio di industrie agroalimentari che sono bruciate. E’ un po’ strano che gli incendi colpiscano proprio queste attività, specie se si unisce al fatto che si continua a ritirare dal mercato prodotti alimentari di uso quotidiano, con il pretesto che contengono sostanze dannose alla salute.

Anne poi riferisce che le è stato chiesto da un’amica quando finirà la faccenda degli aborti autorizzati fino ai 9 mesi e “oltre”. E’ noto che già da un feto di 7 mesi si possono prelevare gli organi oppure un bambino può essere utilizzato per l’adenocromo o allevato per essere uno schiavo sessuale. Queste cose lei non le suppone, ma vi ha assistito in stato di decorporazione, come racconta nel suo ultimo libro. E’ stato difficile per lei. Ad ogni modo questa cosa finirà solo quando le donne si rifiuteranno di abortire a 7 o 9 mesi. E’ un crimine orrendo, tuttavia non finirà improvvisamente o per mano dello Stato, bensì per una evoluzione delle coscienze.

Anne ci esorta anche a non dimenticarci che siamo portatori di una grande forza. Teniamo presente che se siamo passati attraverso tutto ciò che è accaduto in questi ultimi due anni, passeremo anche attraverso il resto. Per lei è un’evidenza: siamo stati in grado di essere resistenti quando ce n’era bisogno, di essere flessibili quando serviva e di essere di aiuto gli uni per gli altri. Ciò che dobbiamo fare è avere cura di noi stessi, incontrarci, fare cose belle, fare ciò che ci fa stare bene, pensare a dei periodi di riposo, perché il nostro organismo ha bisogno di riposo: siamo in pieno cambiamento, in piena mutazione: il DNA viene modificato, il clima si modifica, vi sono disturbi a livello elettromagnetico, dei disturbi a tutti i livelli e dei riaggiustamenti, quindi dobbiamo essere in grado di sopportarli, il nostro corpo fisico deve poterli sopportare e anche la nostra psiche.

Prima di concludere Anne ci dà un consiglio, ossia di tenere pronto uno zaino per una sopravvivenza di 3 giorni, perché se le difficoltà arrivano, se gli elementi si scatenano, potremmo avere magari necessità di rifugiarci da qualche parte per qualche giorno. Non è una questione di paura, è una questione di essere vigili. Lei ha notato che sul sito del governo francese si trova lo stesso consiglio unito ad un elenco dei luoghi dove le persone saranno invitate ad andare. Anne raccomanda di non recarsi nei luoghi indicati, perché saranno siti pericolosi.

Da ultimo ci ricorda che noi siamo aiutati, dentro di noi siamo collegati alle nostre stelle e potremo constatare  che le nostre stelle, i nostri pianeti di origine ci parleranno e lo faranno anche gli esseri che ne fanno parte. Quindi, qualsiasi  cosa accada, possiamo stare certi che passeremo questa transizione perché facciamo parte delle persone che sono venute per questo: per aiutare il pianeta e forse anche per riparare alcune cose, ma non importa perché siamo comunque venuti. (Lei parla agli operatori di luce n.d.r.)

Una risposta a "Messaggio di Anne Givaudan del 7 settembre 2022"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...